Risultati del Premio di Laurea "Charles West" 2010 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Aprile 2011 16:56

Hanno partecipato al premio di Laurea complessivamente 61 tesi di laurea, di cui 36 di Laurea in Infermieristica e 25 di Laurea in Infermieristica Pediatrica.
La Commissione di valutazione, presieduta dal prof. Filippo Festini dell’Università degli Studi di Firenze, ha deliberato di assegnare il premio di laurea “Charles West” 2010 al

Dott. ERIC LESSI

laureato in Infermieristica all’Università degli Studi di Padova per una tesi dal titolo:
IL DOLORE DA VENIPUNTURA NEL BAMBINO: IL BENEFICIO DELLA DISTRAZIONE CON AUDIOVISIVI

In considerazione dell’elevata qualità dei lavori di tesi sottoposti, la Commissione ha ritenuto che fosse necessario assegnare, per l’ottimo lavoro svolto, una MENZIONE SPECIALE ed un premio consistente in una anno di abbonamento al Giornale Italiano di Scienze Infermieristiche Pediatriche, ai seguenti colleghi neolaureati:

CHIARA MASSARO, laureata in Infermieristica all’Università degli Studi di Udine, con una tesi dal titolo: LA VENIPUNTURA NEL BAMBINO IN ETÀ SCOLARE: TECNICHE DI CONTROLLO DEL DOLORE A CONFRONTO

SIMONA CAMINO, laureata in Infermieristica Pediatrica all’Università degli Studi del Piemonte Orientale, con una tesi dal titolo: ANSIA PRE E POSTOPERATORIA NEI BAMBINI: ANALISI COMPARATIVA TRA UNA SALA OPERATORIA PEDIATRICA ED UNA SALA OPERATORIA CHE SI APPROCCIA A TUTTE LE FASCE D’ETÀ

DAVIDE BREA,  laureato in Infermieristica all’Università degli Studi di Padova, con una tesi dal titolo: CARICO DI LAVORO INFERMIERISTICO NEL NEONATO PRETERMINE: CONFRONTO TRA DUE TECNICHE DI ASSISTENZA RESPIRATORIA NON INVASIVA

ILARIA MELIS, laureata in Infermieristica Pediatrica all’Università degli Studi del Piemonte Orientale, con una tesi dal titolo: CONSAPEVOLEZZA E SALUTE: RUOLO DELL’INFERMIERE PEDIARICO NELA PRENDERSI CURA DEL BAMBINO ATTRAVERSO LA TUTELA DEL DIRITTO ALL’INFORMAZIONE

SILVIA AUDI GRIVETTA, laureata in Infermieristica all’Università Cattolica del Sacro Cuore – Torino, con una tesi dal titolo: LA TRANSIZIONE DELL’ADOLESCENTE HIV POSITIVO DALLE CURE PEDIATRICHE ALLE CURE ADULTE: IMPLICAZIONI INFERMIERISTICHE

MARTA CALZOLAI, laureata in Infermieristica all’Università degli Studi di Firenze, con una tesi dal titolo: STUDIO TRASVERSALE DI CORRELAZIONE SULLA PERCEZIONE DEL DOLORE SUL DISTRESS COMPORTAMENTALE DURANTE VENIPUNTURA IN BAMBINI ITALIANI E CINESI

CHIARA SECCHIAROLI, laureata in Infermieristica all’Università degli Studi di Bologna, con una tesi dal titolo: IL COINVOLGIMENTO DEI FRATELLI/SORELLE NELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL BAMBINO

VALERIA BORGHI, laureata in Infermieristica all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, con una tesi dal titolo: DOLORE NEONATALE DA PROCEDURA: VALUTAZIONE DELLA FORMAZIONE INFERMIERISTICA ALL’INTERNO DELLA NEONATOLOGIA DI REGGIO EMILIA

LOREDANA MANISCALCO, laureata in Infermieristica all’Università degli Studi di Brescia, con una tesi dal titolo: L’ERRORE NELLA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI: UN’INDAGINE SUI FATTORI DI RISCHIO PERCEPITI DAGLI INFERMIERI IN UN’AZIENDA OSPEDALIERA

 

La Commissione ha inoltre deciso di esprimere un ENCOMIO per i seguenti lavori:

MARIA CIBELLI, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Napoli “Federico II”: NURSING TRANSCULTURALE. STUDIO DELLE VARIABILI IN UNA “RELAZIONE COMPLESSA” TRA INFERMIERE PEDIATRICO E BAMBINI/FAMIGLIE IMMIGRATE

SARA PADUANO, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”: STUDIO DEL LIVELLO DI CONOSCENZA DELLA SIDS DEI NEOGENITORI SPAGNOLI E ITALIANI

ROSSANA VINCIGUERRA, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Pisa: LO STATO DELLA CUTE DEL PAZIENTE CARDOCHIRURGICO PEDIATRICO DOPO L’INTERVENTO NELLE PRIME 24 ORE

ANNABELLA CILIENTO, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Napoli “Federico II”: VALUTAZIONE DELL’ATTIVITÀ DI TRIAGE NEL PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO: IL RUOLO DELL’INFERMIERE PEDIATRICO

GIULIA DI NATALE, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Torino: LA DIFFICOLTA’ NELLA GESTIONE DELLA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE IN AMBIENTE PEDIATRICO: ELABORAZIONE DI UN OPUSCOLO INFORMATIVO PER AIUTARE I GENITORI NEL CONTROLLO A DOMICILIO.

MATTIA VARVARO, CdL in Infermieristica, Università degli Studi di Roma Tor Vergata: STRUMENTI E METODOLOGIE INFERMIERISTICHE PER LA COMUNICAZIONE CON I FAMILIARI DI CULTURA ALTRA. STUDIO DI RICERCA IN AREA CRITICA PEDIATRICA

PALMINA PERRICCI, CdL in Infermieristica, Università degli Studi di Pavia:  IL NEONATO PREMATURO IN TIN: INDAGINE CONOSCITIVA E PROPOSTA DI PROTOCOLLO PER LA PREVENZIONE DELLE LESIONI CUTANEE DA COMPRESSIONE

MARTINA FASULO, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi del Piemonte Orientale:  LA PET-THERAPY NEGLI OSPEDALI PEDIATRICI: UNA CORSA AD OSTACOLI VERSO IL BENESSERE DEL BAMBINO

CRISTINA DUCA, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi di Roma Tor Vergata:  LA PROFESSIONALITÀ DEL CARE INFERMIERISTICO PER UNA SANITÀ DI QUALITÀ: L’ACCOGLIENZA, STRUMENTO DI ASSISTENZA TERAPEUTICA E DI SVILUPPO PROFESSIONALE

ENRICA POZZI, CdL in Infermieristica, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia: GESTIONE DEL DOLORE DA PROCEDURA NEL PAZIENTE ONCOLOGICO PEDIATRICO

FEDERICO PELLEGATTA,CdL in Infermieristica, Università degli Studi di Milano: IL PRIMO SOCCORSO E LA PREVENZIONE DEI RISCHI IN AMBITO DOMESTICO: VALUTAZIONE DELLA RICADUTA FORMATIVA DI UN CORSO SI EDUCAZIONE SANITARIA NELLE SCUOLE ELEMENTARI

ELISA LENI, CdL in Infermieristica, Università degli Studi di Brescia: IL TOCCO DOLCE E IL MASSAGGIO INFANTILE: STRUMENTO DI CRESCITA, SVILUPPO E PREZIOSO SUPPPORTO NELL’INTERAZIONE TRA GENITORI E NEONATI PREMATURI E CON BASSO PESO ALLA NASCITA

SILVIA PLATANIA, CdL in Infermieristica, Università Cattolica del Sacro Cuore – Torino: L’INFERMIERE E L’EDUCAZIONE ALLA SALUTE NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA: DALL’ANALISI DEI BISOGNI ALLA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO FORMATIVO

ALICE ROSSINI, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi del Piemonte Orientale:  IL RUOLO DELL’INFERMIERE PEDIATRICO NELL’INFORMAZIONE E NELLA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DEL CORDONE OMBELICALE

ANGELA FLORIDDIA, CdL in Infermieristica Pediatrica, Università degli Studi del Piemonte Orientale:  L’INFERMIERE PEDIATRICO E LA HOME CARE NEL BAMBINO AFFETTO DA PATOLOGIA ONCO-EMATOLOGICA: IL PUNTO DI VISTA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO PIEMONTESE

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Aprile 2011 17:13